Dalla diagnosi al risparmio energetico: la riqualificazione dell’edificio scolastico del comune ligure è un esempio di percorso virtuoso verso l’eco-efficienza di una struttura di edilizia pubblica

Scuola Bogliasco: riqualificazione energetica edifici pubblici

Edificio ad emissioni quasi zero

Se è vero che si educa soprattutto dando il buon esempio, il plesso scolastico di Bogliasco, appena ristrutturato, è l’esempio perfetto per educare le nuove generazioni al principio della sostenibilità ambientale. Gli interventi di efficientamento energetico posti in atto hanno infatti consentito di raggiungere l’importante obiettivo di trasformare la scuola in un edificio ad “emissioni qui zero” NZEB (Nearly Zero Emission Building), riducendo la spesa energetica complessiva dell’80%.

Le fasi del processo di efficientamento

Questo traguardo è il frutto di una pianificazione lungimirante e di un percorso di avvicinamento che è iniziato nel 2017 con l’affidamento, da parte dell’amministrazione comunale, dell’incarico per la realizzazione della diagnosi energetica dell’edificio scolastico ad AG-TS. L’anno successivo abbiamo così realizzato lo studio di fattibilità che ha consentito, nel 2019, di chiedere ed ottenere i finanziamenti necessari per la riqualificazione energetica.
Grazie agli stanziamenti del bando regionale POR FESR Liguria 4.1.1, per la  “Promozione dell’eco-efficienza e riduzione dei consumi di energia primaria negli edifici e strutture pubbliche” e agli incentivi del Conto termico 2.0, il progetto è stato quasi interamente finanziato senza dover impegnare i fondi comunali.Inoltre, l’utilizzo dell’energia solare è un ulteriore segno positivo sulla bilancia della sostenibilità ambientale ma anche economica del progetto. Infatti, il gestore dei servizi energetici GSE verserà nelle casse del Comune un corrispettivo per l’acquisto del surplus di energia prodotto dall’impianto fotovoltaico, che ci si attende cospicuo soprattutto nei mesi estivi, quando il picco di produzione delle cellule fotovoltaiche coincide con il minimo dei consumi dell’utenza.L’amministrazione ha così deciso di utilizzare i propri fondi per intraprendere contestualmente anche interventi di messa in sicurezza antisismica, ma anche questo stanziamento sarà quasi completamente ripianato essendosi, il Comune di Bogliasco, aggiudicato un contributo del Ministero dell’Interno per la cifra complessiva di un milione di euro da suddividere tra i vari edifici scolastici del territorio.

Gli interventi di riqualificazione energetica

Nel dettaglio, gli interventi di efficientemento energetico effettuati sono i seguenti::

  • isolamento delle coperture, delle pareti (cappotto termico) e parziale isolamento dei pavimenti
  • sostituzione di tutti gli infissi
  • rimozione caldaia a gas e sostituzione con impianto a pompa di calore
  • installazione solare fotovoltaico
  • installazione solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria
  • sostituzione di tutte le luci con lampade LED.

Edifici “green”: sostenibilità e benessere 

Durante la realizzazione delle opere, AG-TS ha continuato a supportare l’amministrazione comunale attraverso il coordinamento e la supervisione dei lavori che si sono protratti un po’ più a lungo del previsto per via dei nuovi interventi strutturali e, soprattutto, del COVID.
In conclusione, il 18 settembre si è tenuta, alla presenza del sindaco e delle autorità scolastiche, la cerimonia di inaugurazione del complesso che ospita la scuola secondaria di primo grado “Ugo Foscolo”, la scuola primaria di secondo grado dedicata al pittore bogliaschino Raimondo Sironi, la palestra , l’aula magna “Enrico Fermi” e la nuovissima aula per l’”apprendimento innovativo” intitolata a Renzo Bez, uno spazio flessibile adatto a funzionare da laboratorio di thinkering e robotica, dotato di banchi e strumenti digitali per il lavoro collaborativo e angolo per debate e presentazioni con piccole tribune e sedute morbide.
Dunque, li studenti di Bogliasco possono riscontrare in prima persona non solo quanto una progettazione attenta renda possibile minimizzare il consumo di risorse ambientali ed economiche, ma anche quanto sia più confortevole un ambiente con un adeguato isolamento termico, un impianto  di climatizzazione invernale ed estivo efficiente e un’illuminazione a led efficace e gradevole.
Ci piace pensare, insomma, che questo progetto possa contribuire anche a far appassionare di più i ragazzi alla scuola e alle tematiche ambientali. Buono studio e buon futuro ragazzi!